Sardinia Romana

14/10/2018

Grano, piombo e granito, rifornimenti essenziali per Roma. Grandi navi sarde già ne trasportavano da Cagliari e da Porto Torres più di venti secoli fa. Al porto di Ostia avevano agenzie di corrispondenza, la cui insegna è ancora esposta nel piazzale antistante il teatro antico, il Piazzale delle Corporazioni. E' qui che i rievocatori di Sardinia Romana metteranno in scena trattative fra clienti e navicularii per siglare i contratti di spedizione. Dalle 10 alle 18 di domenica 14 ottobre, a Ostia Antica, si potrà partecipare alla festa per il congedo di un miles classiarius sardo, un marinaio militare della flotta romana, e visitare le botteghe dei pescatori, dei cambia-valuta e degli armatori, allestite con banchi di vendita e anfore traboccanti di merci.

L'iniziativa fa parte della Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo. Inoltre, in questa occasione Ostia antica celebra un gemellaggio con L'Antiquarium Turritano di Porto Torres, l'antica Turris Libisonis. Da questo piccolo porto della Sardegna romana infatti partivano le navi dei Navicularii Turritani i quali avevano una loro sede proprio nel Piazzale delle Corporazioni di Ostia. Qui, ancora oggi si legge sul pavimento a mosaico l'iscrizione Navic(ularii) Turritani, insieme al disegno di una nave che solca il Mediterraneo.

20181014 Sardinia Romana Locandina

20181014 Sardinia Romana 03