"Placuit Ostiam petere, amoenissimam civitatem...

Decidemmo di recarci ad Ostia, piacevolissima città..."

Marco Minucio Felice, Octavius, 3.

26/11/2019

Dalla Russia per amore: una giornata in ricordo di Raissa Gourevič Calza

 

Martedì 26 novembre alle 11 in Antiquarium una giornata in ricordo della grande archeologa la cui attività scientifica è stata fondamentale per la storia degli Studi su Ostia

Prenotazione via e-mail a pa-oant.comunicazione@beniculturali.it

Per saperne di più >>

28/11/2019

Dal Nilo al Tevere: Christian Greco e Mariarosaria Barbera raccontano Iside

 

Una nuova conferenza del ciclo "Vediamoci a Ostia antica". Appuntamento alle 16.30. Evento gratuito, prenotazione obbligatoria via e-mail a pa-oant.comunicazione@beniculturali.it

Per saperne di più >>

29—29/11/2019

Arte è Scienza

 

Laboratorio di Antropologia per adulti e ragazzi il 29 novembre alle 15.00 all'area archeologica di Ostia antica

Prenotazione a: pa-oant.antropologia@beniculturali.it

Per saperne di più >>

31/10/2019—10/05/2020

Ostia antica va in Finlandia

 

Ostia antica è protagonista di una grande mostra evento al Museo Vapriikki nella città di Tampere, Finlandia. La mostra, dal titolo "Ostia, gateway to Rome" è il frutto della collaborazione scientifica tra il Parco archeologico di Ostia antica e l'Accademia di Finlandia e mira a far conoscere Ostia antica nei Paesi Scandinavi

Per saperne di più >>

01/10—24/11/2019

Eppur si espone: il grano attraverso gli oggetti della vita quotidiana

 

Il grano è il protagonista del mese di ottobre al Museo Ostiense: un'esposizione che attraverso gli oggetti della vita quotidiana ostiense racconta l'uso del grano e dei suoi derivati in età romana.

Dal 1 ottobre nella Sala XI

Per saperne di più >>

01/01—31/12/2019

Giornate Gratuite 2019

 

Torna #DomenicalMuseo: ingresso gratuito per tutti la prima domenica di ogni mese.

Inoltre, il Parco archeologico offre ai visitatori altre giornate di apertura gratuita nel corso del 2019.

 

Prossimi appuntamenti il 1° e il 3 dicembre.

 

Per saperne di più >>

Nuova pannellistica a Ostia antica

 

Entro il 2019 il percorso di visita di Ostia antica sarà arricchito da 120 pannelli didattici.

Al via in questi giorni l'allestimento.

Per saperne di più >>

Nuova bigliettazione agli Scavi di Ostia antica

 

Dal 1 settembre il costo del biglietto sarà di 12 €.

Resta invariato a 2 € il biglietto ridotto.

Per saperne di più >>

05/09—31/12/2019

Autunno a Portus

 

Nuovo orario autunnale a Portus. L'area archeologica è aperta tutti i giovedì, il 1° e il 3° sabato fino a dicembre 2019, dalle 10 alle 16.

 

Per saperne di più >>

04/04/2019—30/03/2020

Mostra Le immagini del Tempo

 

Al Terminal 3 dell'Aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino una mostra realizzata in collaborazione col Parco archeologico di Ostia antica illustra la concezione del tempo in età romana.

Guarda nel video i reperti in esposizione, quattro statue, un mosaico e una meridiana, opere rinvenute a Ostia antica e a Isola Sacra

La mostra è prorogata fino al 30 marzo 2020

Per saperne di più >>

03/03/2018—30/12/2019

Visite al castello di Giulio II

 

Fino al 22 dicembre il Castello di Giulio II apre al pubblico ogni sabato e domenica dalle ore 10.00 alle ore 17.00 con visite accompagnate alle ore 10.15 - 11.45 - 14.00 - 15.30.

 

 

Per saperne di più >>

Ostia Antica tra i siti italiani candidati al Marchio del Patrimonio Europeo

 

Selezione 2019 al Marchio del Patrimonio Europeo: Il Parco Archeologico di Ostia Antica tra i siti italiani candidati.

Per saperne di più >>

26/11/2019—31/01/2020

Eppur si espone: dei e miti a Ostia antica

Dei e miti a Ostia antica: il racconto sui reperti ostiensi

Parlare di dei e miti ad Ostia antica è argomento quanto mai vasto, anzi sterminato. In questa edizione di "Eppur si espone" si è scelto di esporre alcuni oggetti significativi relativi a divinità del pantheon romano attestate a Ostia e dei relativi miti.

Il tema dei miti e degli dei è documentato ad Ostia da un ricco repertorio figurativo, di cui in quest'occasione si presenta una selezione di reperti differenti per tipologia, cronologia, provenienza e materiale e che, in alcuni casi, offrono un diretto riflesso del microcosmo religioso che caratterizzava Ostia.

Eccezionale per le sue dimensioni è la lucerna in terracotta con due becchi (bilicne) in cui è ritratto Giove con gli attributi che lo contraddistinguono: l'aquila, il fulmine e la lancia. Su un'altra lucerna in terracotta è raffigurata invece la Triade Capitolina, costituita da Giove, Giunone e Minerva. Un Ercole banchettante è ritratto nel bronzetto che ritrae il mitico eroe, adorno di leontè (pelle di leone) e clava. Alla sfera dionisiaca rimanda il bel rilievo in marmo decorato con un Papposileno, raffigurato nell'atto di versare da un vaso (kantharos) del liquido su un altare fiammante.

Sono in bronzo anche le statuette di un grazioso puttino, di Pan e l'applique che illustra la scena, molto nota nella tradizione letteraria antica, dell'unione tra Leda e Zeus, quest'ultimo sotto le mentite spoglie di un cigno. Un riferimento all'epica omerica si coglie nel frammento di matrice decorato con la scena di Ulisse e le Sirene, che diversamente dall'immaginario collettivo moderno sono ritratte come esseri metà donne e metà uccello.

[img 716 no-resize] Il supporto di lucerna in terracotta a forma di monumentale ingresso ad un tempio offre un diretto richiamo alle origini e alla storia di Roma: all'interno del frontone triangolare, sormontato da un'aquila, è raffigurata una lupa che allatta i mitici gemelli Romolo e Remo; lateralmente si distinguono due personaggi maschili con un cavallo da identificare con i Dioscuri. I Dioscuri sono divinità strettamente legate ad Ostia, in quanto protettori della navigazione, una delle prerogative più importanti della città.

Accanto ai culti ancestrali, i sacra patria, ritroviamo i sacra peregrina o culti stranieri: di essi fanno parte Mitra, Cibele/Magna Mater con Attis e i culti egizi, tra i quali Iside e Serapide.

Cibele è qui rappresentata su due lucerne in terracotta insieme ai due leoni; ma il documento più emblematico e rappresentativo è costituito dall'antefissa ogivale che ritrae Cibele, sempre affiancata da due leoni, ma su una nave: questa rappresentazione sembra voler riecheggiare l'approdo della dea via mare sul litorale laziale con un richiamo storico al momento in cui fu introdotto il culto di Cibele a Roma.

Altrettanto diffuso era ad Ostia il culto di Iside, divinità egizia, qui documentata da due statuette in marmo, di cui una particolarmente pregevole in alabastro verde: Iside è ritratta nell'abito usuale, ovvero una lunga tunica su cui è presente il nodo isiaco. Un simbolo riferibile ad Iside è il crescente lunare che troviamo rappresentato su una lucerna in terracotta.

"Dei e Miti" è esposta nel Museo Ostiense, Sala XI, a partire dal 26 novembre 2019.

Per saperne di più >>